Sono Denise Ranieri, Freedom Coach e parte del team Kendra.

Quello che mi spinge nella vita è dare supporto alle persone creando un campo di intimità e armonia, in modo che si sentano amate ed accettate per quello che sono.

 

In questo post ti parlerò di come superare l’ansia semplicemente con la respirazione.

 

Ti darò 4 tecniche di respirazione che potrai usare ogni volta che ti sentirai stressato o ne sentirai semplicemente il bisogno.

 

Ultimamente sembra che l’ansia e lo stress siano all’ordine del giorno

 

Quando fai esperienza di ansia o situazioni altamente stressanti, il tuo corpo pensa di essere attaccato e ritorna agli istinti primitivi. Il battito del cuore aumenta, il ritmo del respiro si velocizza, l’adrenalina e il cortisolo inondano il tuo sistema e ogni funzione che non è essenziale alla tua sopravvivenza si riduce al minimo – come la digestione.

 

Tale reazione primitiva viene definita in inglese il “fight or flight” ossia “combatti o fuggi” e si attiva anche se non sei effettivamente in pericolo di vita.

 

Finita l’emergenza il corpo dovrebbe ritornare ad una situazione di equilibrio e calma, recuperando le energie, senza conseguenze per il corpo. Quando invece questo non accade, significa che la causa dello stress non è temporanea, ma continuativa, si rischia di avere conseguenze stabili per il nostro corpo quali aumento della pressione, aumento di zuccheri nel sangue e indebolimento del sistema immunitario.

 

Il problema quindi non è lo stress in sé, ma lo stato di ansia o angoscia prolungata che ci generano le situazioni scomode.

 

Come la maggior parte delle persone, anche me capitava di farmi travolgere dall’ansia. Non solo mi capitava, ma posso proprio dire che sono una persona ansiosa tuttora, mi capita molto spesso di provare questa sensazione, ma proprio per questo ho voluto imparare a tenere sotto controllo i livelli di stress, utilizzando dei semplicissimi quanto efficaci esercizi di respirazione.

Ho sperimentato che se sono distratta da condizioni ambientali non particolarmente favorevoli oppure se la mia mente è affollata da troppi pensieri, una respirazione consapevole migliora rapidamente la qualità del mio stato d’animo e la mia capacità di concentrazione.

 

L’interconnessione tra respiro ed emozioni

 

Prima di tutto, ti sei mai accorto che le tue emozioni influenzano il ritmo del tuo respiro?È abbastanza evidente. Quando sei calmo, il tuo respiro è lento e profondo. Quando sei ansioso, il tuo respiro è superficiale e veloce.

In relazione a questa osservazione, è stato fatto un esperimento.

 

Per prima cosa sono stati identificati i tipi di respirazione associati a diverse emozioni.

 

In un secondo momento è stato chiesto ad un gruppo di persone di respirare seguendo un determinato modello, senza dire l’emozione di riferimento.

Il risultato è stato che i partecipanti hanno iniziato a sentire l’emozione a cui corrispondeva il tipo di respirazione assegnato. È una scoperta bellissima secondo me, significa che quando sei in uno stato alterato, puoi usare un determinato ritmo di respiro per aiutarti a sentirti più calmo.

 

Ti propongo 4 situazioni comuni che generano ansia e alcuni esercizi di respirazione che potresti provare per migliorare il tuo stato d’animo:

 

Un’importante presentazione o meeting

Se già solo il pensiero di camminare di fronte ad un pubblico o verso l’ufficio del tuo capo ti fa sentire leggermente nauseato e ti rende i palmi grondanti di sudore … non sei solo. Siamo stati tutti almeno una volta in una situazione simile.

Per calmare la tua ansia, prova ad usare una GIF. No, non parlo delle GIFs di animali o di facce buffe. Ci sono svariate GIFs realizzate con l’intento di facilitare gli esercizi di respirazione per l’ansia.

 

Puoi utilizzarle immediatamente prima di salire sul palco o entrare nell’ufficio per il meeting, oppure puoi anche salvarle sul tuo smartphone per ogni evenienza.

 

Tutto quello che devi fare è respirare a ritmo con la GIF che più ti piace. Inspira ed espira. Continua così per almeno 10 respirazioni complete.

 

Ecco un esempio:

 

 

Nervosismo prima di una gara o una partita

A volte la reazione “combatti o fuggi” è utile da sperimentare prima di una gara o una partita importante. Senti il tuo sangue che pulsa nelle vene e sei pronto a gareggiare. Sfortunatamente può anche essere controproducente e ridurre le tue prestazioni.

 

Per calmare i tuoi nervi, prova il “body scan”.

 

Sdraiati sulla schiena e chiudi gli occhi. Inizia a fare respiri profondi, nella pancia, portando l’attenzione al movimento gentile della tua pancia che si gonfia ad ogni inspirazione e si sgonfia ad ogni espirazione. Lentamente inizia a passare in rassegna il tuo corpo, iniziando dai piedi e arrivando fino alla testa.

Nota cosa senti (Caldo? Freddo? Tensione?) e respira nelle parti del tuo corpo in cui noti rigidità o altre sensazioni scomode e ad ogni espirazione senti che si rilassano un po’ di più.

 

Insonnia

Restare nel letto per ore e non riuscire ad addormentarsi potrebbe essere una delle sensazioni più frustranti del mondo. Invece di addormentarti, la tua mente inizia a girare in tondo, passando dalla tua “to – do list” o lista delle cose da fare il giorno dopo, alle prossime scadenze o qualche spiacevole evento accaduto durante la giornata e non riesci a prendere sonno.

 

Per rilassarti e mettere a dormire la tua mente, prova la tecnica di respirazione a 4-7-8.

 

Inspira contando fino a 4, trattieni il respiro per 7 e lentamente espira per 8. Potrebbe sembrarti una combinazione di numeri arbitraria, ma è approvato che questo semplice esercizio di respirazione ti aiuterà ad addormentarti in pochi minuti.

 

Scadenze incombenti

È il momento di crisi maggiore e tu stai rimandando quell’incarico o rapporto da tutta la settimana. Ora è il momento di sedersi e cominciare a lavorare, ma invece di motivarti, le scadenze incombenti ti paralizzano.

 

Per rilassarti, siediti in un posto tranquillo e chiudi gli occhi, Inspira contando fino a 4 ed espira per 4.

 

Ripeti la respirazione in questo modo per qualche round. Non solo questo esercizio ti aiuta a respirare più profondamente, ma l’azione di contare e focalizzarsi sui numeri, può aiutarti ad uscire dalla tua stessa mente. Inoltre prendere una pausa dal tuo computer, probabilmente, ti aiuterà.

Mi auguro che il post ti sia piaciuto, prova ad usare queste tecniche e fammi sapere se hanno funzionato anche con te!

Lascia un commento, fammi domande o proponi un argomento! Sarò felicissima di realizzare un contenuto sul tema che ti sta a cuore. Ti ringrazio per l’attenzione,

Ciao, a presto!

Denise

Entra anche tu a far parte del gruppo facebook KENDRA JOURNEY – Strumenti per vivere la vita che ami.
Qui troverai strumenti, documenti, eventi e tecniche utili rispetto ai temi che ti interessano.
Sarai accolto in un ambiente protetto e di fiducia dove puoi condividere chi sei, chiedere consigli, fare commenti di valore ed invitare le persone che ami.