Sono piccola e debole?!

Pensavo di avere scarsa resistenza alla fatica fisica e forse è anche un po’ vero, peccato che avessi inconsapevolmente deciso, come conseguenza a questa presunta debolezza, di non sentirmi all’altezza, di non essere in grado di fare certe cose.

Niente di cui stupirsi se al mattino non mi alzavo proprio con entusiasmo e certe faccende continuavo a rimandarle all’infinito, nutrendo la mia indolenza e i sensi di colpa.

Avevo dato vita ad un circolo vizioso, questo limite mi aveva ingabbiata per benino e tra un senso di colpa e l’altro mi ci crogiolavo come una lucertola al sole.

 

Un’inaspettata rivelazione

 

La svolta è arrivata inaspettatamente ad un corso di alimentazione naturale.

L’insegnante prospettava la triste realtà che il nostro organismo va a risparmio considerando come poco utili e quindi non degni di essere conservati al meglio muscoli e ossa poco utilizzati.

Le rotelline nella mia testa ruotavano frenetiche, mentre il mio corpo era come congelato tanto era teso nell’ascolto di un’evidenza che intuivo avrebbe cambiato la mia vita.

In quel momento considerai che le mie ossa minute erano già erose in parte dall’osteoporosi, ebbi coscienza di aver raramente praticato attività fisica adducendo le scuse di cui sopra. Era ora che facessi qualcosa!

 

Mi si stava per svelare un segreto…

 

per preservare l’apparato scheletrico occorre portare pesi sulle spalle e banalmente le borse della spesa. Però! Tutto qua?  Praticamente fino a quel giorno ogni volta che sollevavo un peso anche modesto arrivava puntuale il mal di schiena.

Ora mi domando e vi domando se decidere di non andare oltre un proprio limite, spesso solo immaginato, limitasse la nostra vita rendendola più povera di possibilità e opportunità?

L’epilogo di questa mia esperienza potete intuirlo. Ora ho sempre uno zainetto sulle spalle, mi sento come rinata. Ho più energia, più vitalità, più entusiasmo, più resistenza, più determinazione.

Ma il miracolo vero è che ora sono disposta a cambiare opinione e atteggiamento pur di cogliere le opportunità che la vita mi offre.

 

D’altronde… perché dovrei privarmene?

Grazie della tua attenzione! Fammi sapere se in qualche modo ti rivedi nella mia esperienza. Quale fase stai vivendo? Hai qualche difficoltà nel riconoscere le tue forze e godere di esse? Lascia un commento!

Al prossimo post, Selenia

Entra anche tu a far parte del gruppo facebook KENDRA JOURNEY – Strumenti per vivere la vita che ami.
Qui troverai strumenti, documenti, eventi e tecniche utili rispetto ai temi che ti interessano.
Sarai accolto in un ambiente protetto e di fiducia dove puoi condividere chi sei, chiedere consigli, fare commenti di valore ed invitare le persone che ami.