Mi chiamo Aldo, ingegnere del cinema e dei mezzi di comunicazione, ma molto più semplicemente Aldo, parte del team KENDRA.

Faccio tutto per amore e proprio per questo ho deciso di presentarmi a te, di farmi conoscere, in questo modo.
In questo post ti parlerò indovina di cosa?

Esatto, d’amore, amore che avevo smarrito, amore verso gli altri, verso le cose che faccio e soprattutto verso me stesso.

 

Ti insegnerò 3 modi per non sentirti più…

 

  • Smarrito, senza una bussola
  • Giudicato
  • Sbagliato

 

A chi non piacerebbe? Chi vorrebbe non vorrebbe smettere di convivere con queste sensazioni?

 

Ti sarà capitato almeno una volta nella vita di sentirti come se avessi smarrito la meta, come se stessi conducendo la vita di un altro, ecco, io mi sentivo proprio così, non vivevo, boccheggiavo, annaspavo in cerca di un appiglio, uno qualsiasi purché mi tenesse occupato, insomma sopravvivevo.

 

Ma poi tutto è cambiato…

 

Anzi sta cambiando anche adesso, mentre sto scrivendo, perché la scoperta dell’amore non può avere un risultato ultimo, la scoperta di me stesso non può avere termine.

Perché basta che mi accorga anche solo di un piccolo aspetto di me che prima evitavo di accogliere che già l’entusiasmo ed il senso di pace e libertà che ne scaturiscono mi porta a voler saperne di più.

E così nuovamente riesco a sentire l’amore dentro di me, verso la vita verso le persone verso ciò che non conosciamo ed insomma, incomincia il loop della scoperta, il loop della crescita e della liberazione!

 

Quello che voglio dirti è che riscoprendo l’amore verso me stesso…

 

gli altri e le esperienze che mi capitano giorno dopo giorno, mi ritrovo in un costante rimbalzo tra gratitudine e sorpresa.

Grazie a tutto quello che mi è stato trasmesso nell’ultimo anno ho provato a reagire allo stato di gelo in cui mi trovavo ed ho iniziato scaldarmi, a sciogliere il ghiaccio che mi portavo dietro e che paradossalmente mascheravo con una calda coperta di menefreghismo e distacco.

Erano tante le cose che non volevo vedere, che non volevo sentire e che non volevo ricordare, così tante che alle volte distoglievo così rapidamente i pensieri che quasi mi sembrava di riuscire a non pensare a niente, proprio come se mi avessero staccato di botto la spina.

 

Peccato che tutto questo sia chiaramente, oltre che clinicamente, impossibile!

 

È evidente che semplicemente stessi scappando rincorso dalla paura, paura del giudizio, mio ed altrui, paura della sofferenza, paura di non essere abbastanza.

Ho così iniziato un percorso di crescita personale, ho scoperto i miei talenti, ho conosciuto tantissime persone splendide, insomma ho iniziato a costruirmi la vita che amo.

 

Ho cominciato in maniera molto semplice, mi è bastato fermarmi fare un respiro profondo e… basta.

 

Hai capito bene, non ho fatto nulla, ho smesso di pensare come se avessi dovuto cercare la giusta medicina o trovare la soluzione dell’indovinello e mi sono fatto guidare e condurre da quello che mi diceva il cuore.

Ho iniziato ad amarmi alzandomi presto al mattino per svolgere delle attività quotidiane, che sarebbe forse più giusto chiamare coccole mattutine, facendo dello sport, cercando di essere il più onesto e limpido possibile con gli altri ed in primis con me stesso.

 

Come cosa altrettanto importante, ho accettato che avere paura è umano, solo capendo di aver paura di qualcosa si può smettere di temerla.

 

Ho smesso di sentirmi un pesce fuor d’acqua, di avere la sensazione che gli eventi mi scivolassero addosso come se li stessi vedendo sul grande schermo, ho smesso di credere di non avere le energie per migliorare il mio fisico, ho smesso di provar vergogna o debolezza nel commuovermi.

 

Ecco cosa puoi fare

 

1. Riscopri l’amore nelle piccole cose, molte volte anche un caffè offerto è sufficiente 🙂

2. Sii onesta/o con te stessa/o, prova a risponderti col cuore e non con la testa, molte volte mi aiuta fare un respiro chiudere gli occhi e cambiare prospettiva, senza giudizio

3. Condividi il più possibile, parla confrontati chiedi abbi coraggio, molte cose che ti spaventano alle volte sono risolvibili con una semplice domanda.

Spero che il post ti sia piaciuto.

Prova anche tu per qualche giorno a riascoltare l’immenso amore che hai dentro, pura benzina per il motore della vita.

Riscopri una piccola passione ed inizia ad assaporare come ti senti nel fare qualcosa che ami.

A te è mai successo di sentirti perso? Inadeguato?

Come se il mondo andasse da una convinto in una direzione e tu fossi alle prese con una bussola impazzita?

 

Se dovessi avere incertezze, dubbi, domande, proposte lascia un commento, sarò felice di dedicarmi a qualcosa che ti sta a cuore.

Ti ringrazio per l’attenzione che mi hai dedicato.
Con amore, a presto!

Aldo

Entra anche tu a far parte del gruppo facebook KENDRA JOURNEY – Strumenti per vivere la vita che ami.
Qui troverai strumenti, documenti, eventi e tecniche utili rispetto ai temi che ti interessano.
Sarai accolto in un ambiente protetto e di fiducia dove puoi condividere chi sei, chiedere consigli, fare commenti di valore ed invitare le persone che ami.